migbox

6 gennaio 2014

Bianco, rosso e..

Filed under: RL — migbox @ 11:45

Nella mattinata di ieri, 5 Gennaio, l’ex segretario del PD, Pierluigi Bersani, si è presentato in ospedale perché colpito da un forte mal di testa.

Dopo una visita, durante la quale non aveva mostrato problemi neurologici, è stata effettuata una TAC, che ha evidenziato l’emorragia in corso.

Trasferito quindi all’ospedale di Parma, ha subito un intervento importante per trattare l’emorragia.

Gli faccio i miei migliori auguri, di vero cuore.

Anche se oggi votiamo per partiti diversi, son certo che entrambi i nostri cuori battono a sinistra.

L’intervento pronto dei sanitari gli ha certamente salvato la vita e, se la sorte lo assiste, verrà fuori da questa vicenda senza problemi e forse anche senza alcun strascico.

Questa è la sanità che vorrei per tutti noi, ma temo che se uno di noi si fosse trovato al suo posto, non avrebbe avuto ugual fortuna. No, fatemi dire ciò che penso.. non avrebbe avuto ugual trattamento.

Avete mai provato ad accedere ad un pronto soccorso, soprattutto di Domenica?

A me è capitato, sia per me che per mia suocera ultraottantenne.

La prima visita, il triage, è ad opera di una infermiera professionale, che valuta i danni ed assegna un codice di priorità, bianco, verde, giallo o rosso.

Se vi assegna un codice bianco, come è accaduto a mia suocera l’ultima volta con i piedi piagati a sangue, state pur certi che aspetterete per ore.

Noi siamo stati in quell’occasione cinque ore in attesa, poi l’abbiamo riportata a casa.

 

Se fosse accaduto ad uno di noi quel che è accaduto a Pierluigi Bersani, sarebbe stato visitato da una infermiera professionale, alla visita non avrebbe mostrato alcun problema neurologico, e sarebbe stato mandato con il suo mal di testa ad aspettare insieme a tutti gli altri sfortunati che non hanno un santo in paradiso.

Qualche ora più tardi, forse qualcuno si sarebbe accorto del peggioramento, ma a quel punto, il danno cerebrale sarebbe stato irreparabile.

Auguri, quindi, a Bersani e doppi auguri a tutti noi, di non trovarci mai a dover sperimentare l’attuale servizio sanitario, per come è stato ridotto proprio dalla classe politica che ha spolpato l’Italia dal dopoguerra ad oggi.

Older Posts »

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.